India per vedere l’elefante di Stefano Faravelli

India per vedere l'elefante di Stefano Faravelli

editore EDT

Ci sono libri che vanno letti, altri come questo che vanno assolutamente guardati, sfogliati, osservati e ammirati con attenzione. Il carnet di viaggio “India per vedere l’elefante” è uno scrigno di disegni di Stefano Faravelli, la bellezza delle immagini catturate e fissate sulla carta con inchiostri, grafie e acquarelli.

India per vedere l'elefante di stefano faravelli

Amritsar di spade e turbanti

Il libro ripercorre le tappe dell’autore, una sorta di pellegrinaggio in alcuni dei luoghi più sacri dell’India. L’India è una terra di religioni e la religione è di primaria importanza nella cultura e società indiana e Faravelli con i suoi disegni visita ed esplora città ed alcuni luoghi sacri dell’induismo, dell’islam, del gianismo, cristiani, buddhismo, sik, ebrei. Le tappe di questo viaggio in ordine sono:

  • Delhi, la porta dei sufi – islam sunnita;
  • Amritsar, di spade e turbanti  –  sikh;
  • Lucknow, le luci degli imam – islam sciita;
  • Varanasi, la città sulla dea fiume – induismo;
  • Sanchi, l’ombelico del buddha – buddismo;
  • Bombay, gli ultimi custodi del fuoco – parsi;
  • Goa, spiagge e gesuiti – cristiani romani;
  • Sravanabelagola, ai piedi del mahavira – jaina;
  • Mysore,  la dea in processione – shakta;
  • Mattancherry, diaspore tropicali – ebrei;
  • Kottayam, un romantico tropicale –  cristiani siro-malabariti;
  • Peryar, sosta nel’eden –  gli elefanti di Peryar
  • Madurai, il grande tempio – induismo
India per vedere l'elefante di stefano faravelli

Sanchi l’ombelico del buddha

I disegni di Faravelli  raccontano e descrivono non solo i luoghi di culto, le divinità e i simboli di queste diverse religioni, ma anche gesti, persone, frutti, animali, simboli indiani … come ricerca e integrazione in questa terra di spirito e religione.

I disegni e le tavole sono belli, molto belli e anche il libro nel suo formato album 21×30 rendono al meglio la visione delle illustrazioni  e ogni disegno e tavola è un’autentica opera d’arte.

Il taccuino di viaggio illustrato “India per vedere l’elefante” è un libro di un centinaio di pagine che comprende una sessantina di tavole illustrate che oltre ai disegni dell’autore riportano anche annotazioni, testo, note a margine che lo stesso a autore a fine libro si prende cura di trascrivere il testo per aiutare il lettore.

India per vedere l'elefante di Stefano Faravelli

Varanasi la città sulla dea fiume

Pittore, scrittore e orientalista, Stefano Faravelli vive e lavora a Torino. Alla formazione artistica della torinese Accademia Albertina fa seguire una laurea in Filosofia morale e lo studio di lingua e cultura araba all’istituto di Orientalistica. Dai suoi numerosi viaggi nel vicino, medio ed estremo oriente, riporta affascinanti carnet pubblicati a partire dal 1994, quando esce “Sindh. Quaderno indiano”. Da allora i suoi ‘taccuini’ sono stati esposti a Londra, New York, Parigi, Istanbul e Gerusalemme. Nel 2011 ha esposto nel Padiglione Italia della 54 Biennale di Venezia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *