Rohet Garh incantevole residenza nel deserto del Thar

Rohet Garh heritage hotel

Ai margini del deserto in Rajasthan si trova Rohet Garh un’oasi di pace, una incantevole residenza a conduzione familiare nel piccolo villaggio di Rohet con un’atmosfera familiare e lo stile tradizionale del Rajasthan.

Rohet è un remoto villaggio incontaminato e poco conosciuto che si trova nella regione desertica del Thar a circa 40 km a sud di Jodhpur. Siamo nella regione dei Marwar , una terra che esprime mistero, lealtà, valori e battaglia. Il villaggio è famoso per la sua residenza fortificata convertita in heritage hotel di lusso.

Il luogo è tranquillo di grande fascino e carattere, ricco di storia familiare. Discendenti dei Rathore, nel palazzo risiede la famiglia Singh che ne gestisce anche la struttura, restaurata con stile e tradizionale Rajput, con cura e dettagli deliziosi.

L’edifico è del 1600, si entra attraverso cancelli dipinti in un edificio basso e irregolare che ha varie ali che circondano cortili erbosi e un bel giardino paesaggistico, così come un sacco di verande ventilate e ritiri privati. L’accogliente cortile centrale con giardino, con pavimenti in marmo, una tradizionale veranda ad arco e una piccola fontana in marmo nel prato.

Rohet Garh

Tutto l’ambiente è molto bello e curato. Le camere sono tutte differenti tra loro e tutti si richiamano allo stile tradizionale Rajput tanco caro a questa terra.

La pace e la tranquillità dei dintorni hanno attirato scrittori da tutto il mondo. Rohet Garh ha avuto l’onore di ospitare Bruce Chatwin per circa 6 mesi che qui stava lavorando al suo famoso libro Le vie dei canti. Anche William Dalrymple ha soggiornato  qui lavorando al libro Un anno tra i misteri dell’India (titolo originale The City of Djinns).

Attività a Rohet Garh e dintorni

Durante il soggiorno a Rohet Garh oltre che a rilassarsi e lasciarsi coccolare, c’è la possibilità di effettuare escursioni in jeep, in cammello, a cavallo nel deserto e nelle remote aree tribali attorno al villaggio. Ma Rohet Garh è particolarmente indicato per gli amanti dei cavalli, stupendi cavalli Marwari (tra i più belli del mondo) sono ospitati qui  … con le stalle che ospitano decine di cavalli e una stanza con una vista particolare. Per cui un giro a cavallo a Rohet Garh è una esperienza assolutamente da non perdere.

Rohet garh

Rohet Garh ospita stupendi cavalli marwari, simbolo della famiglia Singh

I villaggi attorno a Rohet Garh ospitano la comunità Bishnoi un’antica tribù del Rajasthan, che adorano la natura in tutte le sue manifestazioni con possibilità di partecipare a una cerimonia del tè dell’oppio con gli anziani del villaggio, un vero onore. Oltre alla comunità Bishnoi nei dintorni ci si può imbattere in altre comunità principalmente pastori Raika, Paliwal e Meghwal.

Da Rohet Garh si possono organizzare pic-nic, escursioni giornaliere al forte di Kumbhalgarh, ai templi jainisti di Ranakpur, brevi passeggiate in bici o al vicino lago. Per gli amanti della natura si pratica birdwatching, la stagione invernale attira una grande quantità di specie migratorie e domestiche di uccelli che si trovano nel lago vicino a Rohet che comprende chinkara, blackbuck ecc.

Nella struttura c’è anche la possibilità di una buona gamma di trattamenti ayurvedici, la Tattva Spa offreo una varietà di terapie che vanno da un massaggio completo del corpo a lunghi trattamenti di riflessologia. Oppure durante il soggiorno si può partecipare ad una lezione o a brevi workshop di cucina tradizionale del Rajasthan. Agli ospiti non vengono date solo semplici dimostrazioni, ma anche esercitazioni pratiche che permettono loro di provare i loro sforzi!

Come arrivare

Rohet Garh si trova a sud di Jodhpur in direzione di Pali  a circa 35 km. La strada è scorrevole e la distanza si copre in circa 45 minuti. Rohet Garh dista 95 km da Narlai, 125 km da Ranakpur, 140 km da Kumbhalgarh, 215 km da Udaipur e 220 km da Pushkar.
L’aeroporto più vicino è a Jodhpur.

Suggeriamo un pernottamento di almeno due notti per potere apprezzare meglio le comodità, e vivere appieno l’esperienza di Rohet Garh.

Rohet Garh

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *